BENEFICI

Conoscere i disturbi e le malattie che possono

essere contrastate da un maggior apporto di magnesio

L’ acqua Lindos della fonte San Lorenzo è indicata per la digestione, per le malattie dello stomaco, del duodeno, del fegato e delle vie biliari, dell’intestino tenue e crasso.

Ha proprietà:

diuretiche e talvolta lassative
di azione tampone su gastrica e metabolica
di azione terapeutica su vari metabolismi fisiologici: lipidico, glucidico e proteico
di riduzione dei valori di iper-colesterolemia e iper-glicemia

Viene prescritta per l’ipomagnesemia da chemioterapia, per l’idrocolonterapia, il diabete, il colesterolo, l’ipertensione, l’osteoporosi, l’emicrania, lo stress, l’insonnia e la sindrome premestruale. Trova utilizzo anche in dietologia, naturopatia e omeopatia.

Nota: Nelle pagine specifiche vi presentiamo una serie di disturbi e problemi comuni che traggono beneficio da un maggior apporto di magnesio che si può ottenere inserendo nella dieta quotidiana un maggior numero di alimenti che lo contengono, ma anche utilizzando un’acqua ricca di magnesio come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco, utile anche per chi fa sport.

STITICHEZZA (stipsi)

Pancia gonfia e stitichezza sono oggi disturbi che colpiscono gli adulti, ma anche i bambini. Di base c’è un’alimentazione povera di fibre e una vita sedentaria. Le prime cose da fare in presenza di stipsi sono proprio aumentare l’apporto di fibre (inserendo nella dieta cereali e derivati integrali, come riso, pane, pasta ecc., ma anche più verdure e frutta), e fare attività fisica regolare anche se moderata, per esempio comminare almeno 30 minuti al giorno. Tuttavia, anche la carenza di magnesio è tra le cause di stipsi. Quindi, per ottenere i migliori risultati, si consiglia di introdurre nella dieta i cibi fonte di questo elemento (per esempio cereali e derivati integrali, come pane, pasta, riso; verdure verdi) e bere anche un’acqua che ne sia ricca, come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

DIABETE (iperglicemia)

Il diabete mellito di tipo 2 (quello dovuto per lo più a errori alimentari che prevedono l’eccesso di zuccheri e a vita sedentaria) è una malattia caratterizzata dalla presenza di iperglicemia, che può essere dovuta a una riduzione della produzione di insulina (l’ormone che abbassa il livello di zuccheri nel sangue) da parte del pancreas oppure dalla combinazione della riduzione della produzione insulinica e della resistenza dei tessuti periferici all’insulina (che non riuscendo a utilizzarla, non impiegano gli zuccheri ingeriti trasformati in glucosio; il glucosio così si accumula nel circolo sanguigno, provocando una condizione di iperglicemia). È la forma che può essere controllata e prevenuta con una regolare attività fisica e con la dieta, che deve essere bilanciata e prevedere il consumo regolare di quantità moderate di cereali e derivati integrali, carni bianche, pesce, formaggi magri, legumi, tofu, cibi fonti di magnesio (soprattutto verdure verdi e qualche frutto oleoso, tipo 4-5 mandorle, ogni giorno) e bere anche un’acqua fonte di magnesio, come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

IPERTENSIONE

L’ipertensione arteriosa rimane il primo e più diffuso fattore di rischio per malattie cardiocerebrovascolari.
Nei soggetti predisposti geneticamente la sindrome può comparire in età giovane adulta portando ad un innalzamento della pressione minima chiamata diastolica; col progredire dell’età le cose cambiano: dopo i 55 anni la pressione minima rimane costante o in alcuni casi si riduce mentre la pressione massima chiamata sistolica aumenta.

Perché?
Perché il sistema vascolare arterioso invecchiando diventa più rigido. Questa situazione si associa ad un aumento degli infarti cerebrali, cardiaci e renali.
Molto spesso per riportare alla norma i valori della pressione arteriosa i pazienti devono essere messi in terapia con numerosi farmaci anche in associazione tra loro.

Le associazioni più largamente utilizzate sono composte da:

  1. diuretici+ aceinibitori
  2. diuretici+ sartanici
  3. diuretici + betabloccanti
  4. calcioantagonisti+ aceinibitori
  5. calcioantagonisti+ sartanici

Cosa bisogna farese si assumono diuretici ad alte dosi o per periodi prolungati?
Bisogna controllare spesso la funzione renale e gli elettroliti plasmatici e urinari e la glicemia. Sono esami semplici di routine, ma ci mettono al riparo da gravi rischi con le aritmie ventricolari che possono insorgere quando il potassio e il magnesio vengono eliminati in eccesso a causa della terapia diuretica in corso. In particolare il magnesio andrebbe misurato più spesso di quanto non si faccia di abitudine perché la maggior parte dei pazienti rimangono asintomatici sino a quanto la concentrazione del magnesio non diventa pericolosamente inferiore a 1.2 mg/dl. Ipomagnesiemia se <1.8 mg/dl

Il nostro consiglio?
Se siete ipertesi in trattamento con terapie che prevedono l’uso dei diuretici controllate ogni tre mesi la funzione renale, gli elettroliti compreso il magnesio, e nel caso che si siano ridotti introduceteli con la dieta: acque minerali magnesiache o preparati farmacologici.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

CRAMPI MUSCOLARI

I Crampi muscolari sono contrazioni improvvise e involontarie di un muscolo della gamba o del piede. Di solito si presentano di notte, quando il corpo è a riposo, gli arti sono freddi e la circolazione è scarsa, oppure durante l’attività sportiva. Chi soffre di questo problema deve mantenersi sempre idratato se fa attività fisica e inserire nella dieta alimenti ricchi di vitamine del gruppo B, calcio, potassio e magnesio, come cereali e derivati integrali, carni bianche, pesce, legumi, latticini magri, verdure. In questi casi è ancor più importante bere l’acqua giusta, come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco, fonte di calcio e magnesio, la cui carenza è tra le prime cause di crampi muscolari.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

MENOPAUSA

Durante la premenopausa e in menopausa, a causa degli assestamenti ormonali, si possono creare scompensi nutrizionali che si manifestano con una carenza di calcio e magnesio, oltre che con la ridotta sintesi di vitamina D, conseguente al crollo nella produzione di estrogeni. Questo comporta tra l’altro un aumento del rischio di osteoporosi e di aritmie (alterazione del ritmo cardiaco normale). In questa fase della vita è consigliata un’alimentazione bilanciata, ricca per esempio di cereali integrali, legumi, frutta, verdura, e utilizzare un’acqua magnesiaca come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

SINDROME PREMESTRUALE

La sindrome premestruale è caratterizzata da un insieme di sintomi che si manifestano in genere nella seconda fase del ciclo, con alterazioni fisiche, psichiche e comportamentali. I fattori scatenanti sono molteplici: ormonali, dietetici ecc. In questi casi il magnesio si è rivelato molto utile nel trattamento della sindrome premestruale e in generale viene consigliato a partire dai dieci giorni precedenti il ciclo. In particolare, il magnesio svolge un’efficace azione distensiva sulla muscolatura dell’utero, migliorando lo spasmo, ed è utilissimo anche contro l’irritabilità tipica della sindrome. La dieta dovrà essere bilanciata e prevedere il consumo regolare di quantità moderate di cereali e derivati integrali, carni bianche, pesce, formaggi magri, legumi, tofu, cibi fonti di magnesio (soprattutto verdure verdi e qualche frutto oleoso, tipo una decina di mandorle al dì) e bere anche un’acqua magnesiaca, come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

INSONNIA

Chi è carente di calcio lamenta principalmente un’insonnia iniziale, cioè difficoltà ad addormentarsi (insonnia Tipo I), mentre chi è carente di magnesio può essere affetto da insonnia Tipo II, caratterizzata da frequenti risvegli notturni, per cui ci si sveglia stanchi anche dopo diverse ore di sonno. In entrambi i casi è utile l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

RENI (calcoli)

Secondo le Linee Guida dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, le persone predisposte a formare calcoli renali devono bere abbondantemente nel corso della giornata, senza temere che il calcio contenuto nell’acqua possa favorire la formazione dei calcoli stessi. Anche in questo caso, è indicata l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco, fonte di magnesio (quest’ultimo aiuta a prevenire l’accumulo di depositi di calcio nel tratto urinario, e rende solubili nelle urine il calcio e il fosforo impedendone la trasformazione in calcoli duri).

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

SPORT

Chiunque pratichi attività sportive, siano esse a livello amatoriale o agonistico, ha la necessità di una dieta bilanciata e appropriata alle caratteristiche del proprio impegno fisico, fonte di elementi nutrizionali che possano sostenere o aumentare le performance e che aiutino nel recupero fisico una volta cessata l’attività. È anche utile aumentare l’apporto di magnesio per migliorare la performance, incrementare la produzione di energia, accre- scere la resistenza allo sforzo, ottimizzare l’attività muscolare, regolare la contrazione muscolare, potenziare la coordinazione motoria, diminuire la produzione di acido lattico, evitare crampi neuro-muscolari e ridurre la soglia del dolore da affaticamento. Ecco quindi che, anche in questo caso, bere un’acqua fonte di magnesio è fondamentale. Particolarmente indicata è l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

IDROCOLOTERAPIA (ICT)

È documentato l’uso delle acque minerali ricche di magnesio a livello di integrazione pre e post trattamento nell’idrocolonterapia (sistema di lavaggio intestinale consigliato in presenza di meteorismo, colon irritabile, stipsi, parassitosi, colite ulcerosa in fase remissiva, diverticolosi, cefalea, gastrite, sindrome da reflusso, micosi), grazie alle loro proprietà alcalinizzanti e metaboliche. Nella fase pre trattamento le acque minerali ricche di magnesio sono impiegate per le loro proprietà lassative, mentre nella fase post trattamento sono indicate per attivare e mantenere la flora batterica sana. È adatta anche in tali casi l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

ONCOLOGIA

Alcuni farmaci utilizzati in oncologia (ma anche i diuretici e gli antibiotici), così come la difficoltà ad assimilare il cibo dovuta a interventi chirurgici o alla malattia stessa, le diarree prolungate, le applicazioni del sondino naso-gastrico, rendono necessaria un’integrazione di magnesio che può essere fatta anche assumendo regolarmente un’acqua ricca di magnesio come l’acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

OSTEOPOROSI

Insieme al calcio, il magnesio è un fattore attivo nella formazione di osteoblasti, cellule specializzate nella “costruzione” di tessuto osseo, quindi è utile per prevenire l’osteoporosi. Purtroppo, secondo alcuni studi, ben un italiano su cinque non ha dei livelli di magnesio sufficienti, una situazione che può aumentare il rischio di osteoporosi. Inoltre, una carenza di magnesio si può verificare anche nella sindrome premestruale o nelle prime fasi della menopausa, periodo della vita in cui la donna vede aumentare le probabilità di essere affetta da fragilità ossea. Pertanto, assumere un’acqua ricca di magnesio, come l’acqua Lindos delleTerme di bognanco, è utile, insieme a una dieta sana ed equilibrata e all’attività fisica regolare, per la prevenzione dell’osteoporosi: ne basta un litro al giorno per ottenere buoni risultati.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

ANSIA

Contro ansia e stress può essere di grande aiuto l’assunzione delle giuste quantità di magnesio. Questo è un minerale prezioso per la salute, anche per quella del sistema nervoso e del cervello, noto per la sua azione rilassante, anti ansia e migliorativa dell’umore. Il magnesio interviene regolando la trasmissione nervosa e quella degli impulsi neuromuscolari, e riducendo l’eccesso di adrenalina, un ormone che in presenza di stress viene prodotto in gran quantità e che fa perdere magnesio con le urine.

Se anche tu sei stressato a causa del lavoro, degli impegni familiari o di altre attività che ti mettono sotto pressione, hai bisogno di una buona idratazione, e se l’acqua che bevi contiene minerali come il magnesio, potrai aiutare il tuo sistema nervoso e tenere lontani ansia e stress.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

COLESTEROLO

Una carenza di magnesio può portare ad un’alterazione del metabolismo dei grassi corporei e questo si può manifestare – soprattutto in presenza di vita sedentaria, fumo, errori alimentari e assunzione di alcuni farmaci – con livelli di colesterolo LDL (“cattivo”) e trigliceridi nel sangue che superano la soglia di sicurezza per l’apparato cardiocircolatorio e il cervello, ma anche con un aumento di peso difficile poi da eliminare. Alcuni ricercatori [Rasmussen 1988, Nassir 1995] hanno poi dimostrato che un’integrazione di magnesio può far abbassare i livelli di colesterolo del 20% e dei trigliceridi del 30%.

Pare quindi evidente l’importanza di una dieta che ne fornisca a sufficienza, quindi ricca di verdure a foglie verdi, con cereali e derivati (pane, pasta ecc) integrali, con moderate quantità di mandorle, noci, nocciole, di alghe e di cacao e con l’assunzione regolare di un’acqua che ne contenga nelle giuste quantità (356 mg/l) come l’Acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

SOVRAPPESO

I ricercatori della Fu-Jen Catholic University, Taiwan, hanno condotto una ricerca controllando il livello del magnesio in soggetti con diabete di tipo 2 (dovuto per lo più a errori alimentari).

I risultati dello studio hanno evidenziato che l’88,6% dei soggetti monitorati mostrava un basso livello di magnesio. La carenza di magnesio era associata a “segnalatori” della sindrome metabolica quali trigliceridi, indice di massa corporea (BMI), percentuale della massa grassa e circonferenza del girovita elevati, quindi a una condizione di sovrappeso.

Il magnesio è importante per mantenersi in forma!

  • Bassi livelli di magnesio sono collegati a una condizione di aumento del grasso addominale e soprappeso.
  • il magnesio consente ai processi metabolici di funzionare meglio.
  • l’assunzione regolare di magnesio, anche attraverso un’acqua ricca di questo minerale, contribuisce alla prevenzione del sovrappeso, del diabete e del rallentamento del metabolismo.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

STANCHEZZA E AFFATICAMENTO

Affaticamento, sonno che non ristora e sensazione di debolezza con scarsa capacità di concentrazione sono disturbi abbastanza comuni nei mesi estivi. L’acqua, in questi casi, ha un ruolo vitale: il nostro corpo, infatti, è composto per il 60% da questo elemento e rinnovarne le scorte consente il corretto svolgimento delle reazioni biochimiche e dei processi che assicurano la vita.

Con l’arrivo del caldo e dell’estate, essere ben idratati diventa ancora più importante. E l’idratazione deve essere di qualità, grazie al contenuto di minerali dell’acqua prescelta. In questo periodo dell’anno, per assicurarsi salute e benessere psicofisico, gli esperti consigliano di bere un’acqua ricca di magnesio, potassio, ma anche di calcio e altri minerali, come l’Acqua Lindos delle Terme di Bognanco. Per assicurarsi ogni giorno la giusta dose di tali sostanze, basta bere 1-2 bottigliette di Acqua Lindos.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

GRASSO ADDOMINALE

Due studi, pubblicati rispettivamente su “American Journal of Cardiology” e “American Journal of Clinical Nutrition”, hanno permesso di stabilire che l’eccesso di grasso a livello addominale è associato ad un incremento del rischio di essere colpiti da infarto e ictus.
Ecco perché è importante ridurre il girovita.

Per farlo, occorre adottare una dieta sana ed equilibrata, ricca di fibre (cereali, legumi,verdura e frutta), Omega 3 (pesce) e magnesio (cereali integrali, frutta oleosa e acqua che ne sia ricca), in grado di facilitare l’eliminazione del grasso che si accumula sulla pancia.

L’integrazione di magnesio si è dimostrata utile per favorire la riduzione del colesterolo e del grasso addominale.

Pare quindi evidente l’importanza di una dieta che fornisca le giuste quantità di questo elemento, così come l’assunzione regolare di un’acqua che ne contenga le dosi adeguate (365 mg/l ) come l’Acqua Lindos delle Terme di Bognanco.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

STRESS DA VACANZA

La vacanza dovrebbe essere un momento di riposo, tuttavia in alcuni casi può diventare una fonte di stress. Se ad esempio la temperatura è troppo elevata e c’è presenza di afa, questa colpisce le cellule cerebrali, riducendo i livelli di minerali come magnesio e potassio.

Inoltre la vita programmata durante l’anno tiene sotto controllo l’ansia, grazie al fatto di avere tutte le attività quotidiane pianificate con un ritmo preciso. Ritrovarsi all’improvviso “liberi”, senza fare nulla se non svagarsi e riposarsi, può far uscire allo scoperto l’ansia per tanto tempo nascosta dalla routine. In questo caso il magnesio viene a ridursi e lo stato di stress peggiora.

Risulta quindi molto utile un’integrazione di questo minerale che, accanto a moltissimi altri effetti benefici, è anche noto per la sua azione rilassante. L’ Acqua Lindos delle Terme di Bognanco è particolarmente indicata perché, oltre a dissetarti ed idratarti, ti consente di assumere 356mg/lt di magnesio, la quantità ideale per ridurre ansia e stress e migliorare l’umore.

Nota: Ricordiamo al lettore che non si intende far utilizzare le nozioni contenute in queste pagine per scopi diagnostici o prescrittivi. Per qualsiasi trattamento o diagnosi di malattia, rivolgetevi ad un medico competente. Per il fabbisogno giornaliero di magnesio consultare qui (link) la tabella della National Academy of Sciences.

NOTA

Al fine di diminuire la presenza in stabilimento dei nostri dipendenti avvisiamo che le spedizioni restano attive in tutta Italia ma potrebbero subire dei ritardi.

Ti sei iscritto con successo!